Articoli

NOT PROVIDED SEO: I NOT PROVIDED IN GOOGLE ANALYTICS

Not provided è una voce che in questi ultimi anni ha subito un incremento di ricerche su Google. (Vedi nel grafico di Google Trends per le voci: Not Provided e Not Provided Google )

L’interesse a questa “query di ricerca” misteriosa, come visibile dalla comparazione dei due grafi riportati dal link sopra, avviene intorno a novembre 2011, quando Google decide di “nascondere” le chiavi di ricerca che venivano mostrate dentro Google Analytics.

Queste chiavi di ricerca mostravano al gestore del sito di poter analizzare come le persone lo trovavano

COME SCOPRIRE I NOT PROVIDED DENTRO GOOGLE ANALYTICS

I not provided creati dentro Google Analytics hanno dato vita a nuovi modelli di ricerca delle keywords. Navigando online si può leggere di diversi “sistemi alternativi” per riavere le query not provided, ma detto sinceramente, si tratta di “manipolazioni” poco funzionali ad un’analisi delle query not provided complessiva e più ampia.

La squadra di Report Not Provided ha lavorato 2 anni nella ricerca di una soluzione “scientifica” che potesse restituire il valore originale delle query not provided che oggi Google mostra al posto delle query di ricerca fatte dalle persone che arrivano sul contenuto di un sito web.

I not provided si verificano solo se:

  1. Esiste una ricerca
  2. La persona che ha cercato tramite una query di ricerca visita uno o più link disposti in serp

Il not provided, quindi, dipende da una query di ricerca che genera una serp e poi una visita su un contenuto.  

Solo rispettando queste condizioni è possibile che esista un “not provided”.

Per ragionamento deduttivo, se la ricerca non esiste non possono esistere query not provided correlate ad un contenuto di una pagina web.

Se una query genera ricerche allora genera dei “not provided” dentro i contenuti indicizzati in serp per quella ricerca in proporzione variabile a:

  1. Volume di ricerca
  2. Posizione in serp

Da queste ed altri deduzioni abbiamo cominciato a sviluppare un modello di analisi valido. Per farlo in maniera efficiente abbiamo utilizzato il modello di analisi matematica delle reti complesse.

Alla fine, abbiamo dato vita ad un algoritmo che ci permette di determinare esattamente i “not provided” per ogni contenuto indicizzato in serp, senza necessità di accedere a Google Analytics.

Devi costruire un’architettura semantica? Vuoi ottenere un posizionamento efficace? Ti serve un’analisi dei dati Not Provided!

Segui la bacheca Not Provided – Google Analytics di Report Not Provided su Pinterest.

Ci occupiamo anche di: